Menu

L'analisi delle keyword è importante?

Pubblicato da Marco Ronco il 2-ott-2018 12.44.24 in SEO

Chiedersi se l’analisi delle keyword è importante può sembrare retorico, se non addirittura provocatorio. Certo che è importante, se non è fine a se stessa. Ci spieghiamo meglio: avrai letto decine e decine di articoli online sul fatto che, per far sì che Google apprezzi un sito web istituzionale o un blog, bisogna fare una certa ottimizzazione delle piattaforme in modo da farle diventare SEO friendly.

Il che significa attribuire a ciascuna pagina una parola chiave che permetterà sia a Google sia all’utente di trovarla tra i risultati organici della SERP (la pagina di ricerca di Google).

Una scelta accurata delle parole chiave dà ai motori di ricerca la possibilità di capire cosa contengono le tue pagine, e quanto sono pertinenti e di valore rispetto alle ricerche degli utenti. Se l’operazione va a buon fine e il giudizio di Big G è positivo, neanche a dirlo, aumenta il traffico e migliorano anche le prestazioni del tuo sito web.

Vorresti aumentare il ritmo della tua lead generation?  Scarica la guida gratuita!

Cosa sono le keyword?

Le keyword sono quelle parole che digitiamo nella barra di ricerca quando cerchiamo un’informazione o un contenuto su Google (o altri motori). Determinano, quindi, il campo semantico di una ricerca. Fermiamoci un secondo a riflettere: può una parola generica individuare un campo di indagine specifico? Una nicchia di mercato? Assolutamente no!

Te lo spieghiamo meglio con un esempio: mettiamo che tu voglia indicizzare una pizzeria scegliendo la parola “pizza”. Prova a fare una ricerca veloce su Google: lo vedi con che colossi si dovrebbe scontrare la nostra piccola pizzeria cittadina per poter emergere con questa parola chiave?

 

 

 

Ecco che cominci a capire a cosa serve l’analisi delle keyword: evitare di sprecare tempo e denaro investendo su parole non pertinenti, troppo generiche o troppo competitive. Più le parole che scegli per il tuo progetto mantengono un focus ristretto, più probabilità hai di raggiungere la tua nicchia di mercato. Non vorrai mica lanciarti in un’impresa kamikaze, giusto?

Sono tutte uguali le parole chiave?

Come avrai intuito, le parole chiave non sono affatto tutte uguali. Si distinguono in base a:

  • volume di ricerca, che indica quanto una parola chiave viene cercata dagli utenti;
  • competitività, parametro che ti segnala quanti tuoi competitor già stanno scommettendo su quella parola chiave;
  • specificità.

Sulla base di questi criteri basilari, possiamo dividerle in parole chiave generiche (pizza), middle tail (pizza al kamut) e long tail o coda lunga (pizza al kamut milano). Dalla più generica (composta da una sola parola) alla più specifica (composta da tre parole in su).

Le long tail ci interessano maggiormente perché, pur avendo una concorrenza medio bassa, hanno saputo rilevare un buon interesse da parte degli utenti nel corso del tempo.

L’analisi delle keyword ha lo scopo di identificare e selezionare tali parole chiave ad alta efficienza, che noi possiamo suddividere in questo modo:

  • Focus Keyword → la parola su cui si basa la strategia SEO. Dev’essere pertinente, rilevante e con un buon volume di ricerca;
  • Keyword secondarie → le varie declinazioni della parola chiave principale;
  • Keyword correlate → intrattengono con la focus keyword una relazione di pertinenza, pur essendo composte da parole diverse.

Quindi l’analisi delle parole chiave è fondamentale!

Assolutamente sì, e in questo tool come SEMRush e SEOZoom saranno i tuoi migliori alleati. Però ci teniamo a sottolineare una cosa molto importante: la scelta delle keyword con cui presentarti agli occhi di Google è solo una piccola parte di una strategia molto più ampia che deve partire da uno studio attento di quelli che sono i reali bisogni dei tuoi utenti.

Le tue parole chiave devono corrispondere agli intenti di ricerca delle persone. Non serve a nulla accontentare Google, se poi chi ti legge non è soddisfatto di quello che gli proponi. Alla fine, ricorda, è sempre l’utente ad avere l’ultima parola.

In sintesi, una buona analisi delle keyword è essenziale, ma perde tutta la sua forza se non viene affiancata alla produzione di contenuti di valore che soddisfino un search intent concreto. L’intenzione di ricerca può essere:

  • navigazionale → la ricerca che l'utente compie quando conosce già il nome di un prodotto o di un brand;
  • informazionale → la ricerca che l’utente compie quando cerca informazioni su qualcosa che ancora non conosce;
  • transazionale → la ricerca che ha come fine un’azione ben precisa.

Se conduci l’analisi keyword per il tuo sito tenendo conto di chi sono i tuoi utenti e di come cercano ciò di cui hanno bisogno (non solo di come acquistano!), puoi star sicuro che tutti i tuoi sforzi verranno abbondantemente ripagati dai risultati che otterrai.

Scopri come migliorare la Lead Generation Scarica la guida